Quattro anni sono passati dalla comparsa di Android, il sistema operativo proposto da Google che, in questo breve periodo (soprattutto se confrontato con quello di cui hanno disposto i concorrenti come iOS, Symbian o RIM) è riuscito a diventare il sistema operativo più diffuso nei paesi occidentali.

Solo nel 2009, con terminali di dubbia qualità quali il tanto bistrattato Galaxy i7500, Android rappresentava solo una comparsa nel mondo degli smartphones, nel 2010,con l’arrivo del primo Nexus e di alcuni telefoni di ottima qualità, Android ha iniziato a rosicare fette di mercato fino a giungere, nel 2011 a rappresentare circa il 30-40% degli smartphone diffusi nei principali stati occidentali.

Al giorno d’oggi, ha abbondantemente raggiunto il 50% del mercato telefonico in quasi tutti questi paesi. A testimoniarlo è una ricarca condotta da Kantar Worldpanel ComTech che ha fatto riferimento alle 12 settimane terminate lo scorso 10 Giugno.

I risultati emersi da questa ricerca sono visibili nell’immagine sottostante e sottolinea l’inarrestabile crescita del Robottino verde che non sembra più avere freni.

tab Android è presente su oltre il 50% degli smartphone

Dall’analisi riportata si nota che i dati di Android, comparati con quelli raccolti nel 2011, solo quelli che maggiormente fanno registrare la maggior crescita. Questa ai danni di tutti gli altri concorrenti, a partire da Symbian e RIM, ormai allo sfascio, fino ad arrivare ad iOS che fa registrare un calo della diffusione in quasi tutti i paesi.

translate c1 Android è presente su oltre il 50% degli smartphone

L’unica alternativa è quella Statunitense dove iOS è in crescita mentre Android è in calo.

In Italia il trend è in linea con quello degli altri paesi europei: la crescita di Android è inarrestabile anche se la sua diffusione è leggermente minore rispetto a quella che si ha, per esempio, in Spagna dove la diffusione è addirittura dell’84%.