images 11 Android è veramente così sicuro? Ecco le ultime statistiche sui malwareQuando un sistema operativo diventa di uso comune, le minacce adware, malware e virus iniziano a fare la loro apparizione. Android , da questo punto di vista, è sotto attacco e Google ha attuato una serie di contromisure per arginare il problema, grazie all’uscita di Android 4.2. Per chi non ha lo Store di Google per scaricarlo, ricordiamo che è necessario andare in Impostazioni, cliccare Applicazioni e abilitare l’installazione da sorgenti sconosciute.

 

Da una ricerca condotta da Trendmicro, leader nel controllo della sicurezza in internet, l’anno passato sono stati diffusi in rete circa 350.000 malware. Per questo che è appena iniziato, la previsione è di 650.000, per un totaledi oltre 1 milione di possibili infezioni. Negli ultimi l’infezione da virus e da altre minacce informatiche, è aumentata in modo esponenziale

 

Ritorniamo ad Android e analizziamo, in generale, come sono suddivisi i malware secondo Trendmicro. Le minacce principali che troviamo OS Android, riguardano pubblicità o gli sms per il pagamento online di abbonamenti Premium o similarie appropriazione di dati sensibili tramite i download. I primi cercano di estorcere denaro, i secondo, che sono i più subdoli, minano la privacy. Queste minacce sono aumentate nel quarto trimestre del 2012.

 

Se si stila una classifica mondiale dei download malevoli, ai primi tre posti troviamo Nigeria, Peru e India. Al 4 posto troviamo il nostro Paese. Questi dati servono a farci capire la pericolosità del web, ma se si ci attiene a comportamenti accorti e attenti, queste minacce possono essere evitate.

In conclusione, i download tramite Gogle Play Store sono notevolmente sicuri. Se si avessero dei dubbi, consultare prima i commenti e le valutazioni dell’applicazione (sempre dallo store). Android offre una certa protezione grazie ad antivirus gratuiti e no scaricabili dallo store. La priorità principale sta, pero, nel buonsenso degli utenti per non installare applicazioni dubbie e pericolose. sta all’intelligenza delle persone non istallare applicazioni dubbie o potenzialmente pericolose.