nexus 7 280612 Grazie al Nexus 7 i profitti del Play Store aumentano del 300%

Dopo che il gigante dell’e-commerce, ossia Amazon, aveva presentato lo scorso anno il Kindle Fire (negli USA), esso si è visto davvero un grande aumento delle entrate economiche, grazie anche ai contenuti multimediali e non solo che offre il tablet. Ebbene quest’anno come tutti sappiamo è entrato nel mercato anche il Nexus 7, che ha saputo dimostrarsi il protagonista facendo riscuotere molto più degli altri dispositivi nel Play Store sebbene gli innovativi Nexus 4 e Nexus 10 siano usciti troppo recentemente per far registrare numeri da capogiro.

Ebbene proprio la versatilità del prodotto, il design accattivante e il prezzo davvero irrisorio hanno portato una vagonata di vendite ad ASUS e Google, che hanno saputo creare un dispositivo che piace anche per i numerosi richiami su Google Play riguardo alle applicazioni, ai giochi e sopratutto ai libri, il quale ha saputo generare ben il 300% degli introiti rispetto a qualunque altro dispositivo.

Come sempre il paese leader è il Giappone riguardo al mercato degli smartphone e dei tablet Android con circa il 90% di sharing a livello mondiale, dove gli abitanti del Sol Levante vedono di buon occhio il sistema operativo di Google grazie ai numerosi servizi che offre e al suo prezzo: completamente gratuito.