Nexus 10 Nexus 4 Nexus 4 e Nexus 10: primi benchmark comparativi

I nuovo fiori all’occhiello di Google sono stati oggetto dei primi benchmark comparativi con gli altri top di gamma del mercato. I test benchmark sono stati precisamente 4, ma solo nel Google octane e nel Mozilla Kraken il tablet del colosso di Mountain View risulta quello più potente, visto che le ottimizzazioni hardware e software dei nuovi Nexus sono molto recenti.

Sunspider Javascript Benchmark 0.9.1

Il test tiene conto solo di processori dotati di Dual-Core, il che non rende giustizia al Quad-Core del Nexus 4. Comunque il Nexus 10 si ferma al 3° posto dietro il RAZR i e l’iPhone 5 mentre il Nexus 4 rimane solo al penultimo posto.

N.B: Più basso è il migliore

51291 Nexus 4 e Nexus 10: primi benchmark comparativi

BrowserMark

Purtroppo anche questo test non è ottimizzato per i nuovi Nexus dotati anche della nuova e non testata versione Android 4.2. In questo caso il Nexus 4 finisce addirittura dietro il Dual-Core del Snapdragon, mentre la risoluzione del Nexus 10 implica una bassa memoria di banda tra la GPU e la CPU, abbassandone le prestazioni.

51292 Nexus 4 e Nexus 10: primi benchmark comparativi

Google Octane Benchmark v1

In questo caso il processore di Samsung Cortex A15 montato sul Nexus 10 fa mostrare tutti i muscoli, seguito dal RAZR i e dall’iPhone 5. Il Nexus 4 invece rimane sempre indietro causa l’inadeguatezza dei test.

51294 Nexus 4 e Nexus 10: primi benchmark comparativi

Mozilla Kraken Benchmark

Ultimo, ma non importante test benchmark che riguarda il Mozilla Kraken, in cui il Nexus 10 risulta per la 2° volta il migliore grazie all’architettura del Cortex-A15. Ma il Nexus 4 rimane in fondo…

51299 Nexus 4 e Nexus 10: primi benchmark comparativi

Come citato molte volte in precedenza, i test sono da considerarsi molto irrilevanti e facoltativi perché non sono stati ottimizzati per le alte prestazioni dei nuovi Nexus, sopratutto per quelle del Nexus 4.

Diciamo comunque però che anche se i test rimangono accettabili, non sono assolutamente da considerarsi importanti per valutare l’esperienza di uso del dispositivo che varia da utente a utente.